KNX, lo standard per gli edifici intelligenti

KNX MemberDOMOTICA LABS ha scelto lo standard mondiale KNX per l'automazione edifici come piattaforma tecnologica per i propri impianti domotici e per la propria suite di prodotti di supervisione. Oltre 200 aziende in Europa, tra le quali anche i principali costruttori presenti in Italia (ABB, Gewiss, Vimar, Siemens, Hager, Schneider Electric, Jung ...), offrono un panorama di prodotti certificati per operare su questo standard, tra cui:

  • Dispositivi generici di input/output analogici e digitali, per ricevere stati e comandare dispositivi esterni non KNX, con innumerevoli caratteristiche elettriche; adatti sia al montaggio nei quadri elettrici che nelle comuni scatole per le diverse serie civili
  • Dispositivi specifici per l'illuminotecnica quali attuatori digitali, dimmer, etc...
  • Dispositivi specifici per il controllo delle motorizzazioni di tende e tapparelle
  • Termostati e sonde di temperatura con diverse prerogative estetiche e funzionali
  • Sensori di movimento, luminosità, allagamento, umidità etc...
  • Pulsantiere evolute e integrate con sensori di temperatura, rilevatori IR, sensori di movimento etc...
  • Centrali meteorologiche, per il rilevamento delle diverse condizioni atmosferiche (pioggia, umidità, vento, temperatura e luminosità esterne etc...)
  • [...]

Il nostro controller web IKON SERVER è nativamente predisposto per operare sugli impianti KNX, ed è in grado di importare la progettazione effettuata con il software ETS per evitare la digitazione manuale di indirizzi ed etichette già precedentemente configurati.

 

KNX E INTEGRAZIONE CON ALTRI SISTEMI TECNOLOGICI

Si tenga peraltro presente che non tutte le funzioni richieste per la gestione di un edificio moderno possono essere svolti dal sistema KNX; questo per due principali motivi:

  • Il bus KNX non è predisposto per il trasferimento di grandi quantità di dati, nè di flussi audio e video. E' infatti un cosiddetto "bus di comando", pensato per scambiare rapidamente un numero limitato di informazioni di stato e di comando su numero anche elevatissimi di dispositivi, in impianti anche molto estesi (il limite per ogni impianto è di circa 65.000 dispositivi!)
  • Nonostante la disponibilità di dispositivi dedicati compatibili con lo standard KNX (come ad esempio sensori di movimento, fughe di gas, fumo etc... oppure la regolazione di diverse tipologie di corpi illuminanti), è spesso consigliabile affidare compiti specifici a sistemi dedicati, soprattuto in tema di sicurezza o in ambiti specifici, come l'illuminotecnica o la termoregolazione avanzate. In questo caso, è necessario integrare i diversi sistemi, adottando gateway e interfacce specifiche, presenti sul mercato o da noi sviluppate.
Diventa quindi necessario inserire nel progetto dell'impianto più di una tecnologia, e affidarsi a professionisti competenti, come i cosiddetti system integrators, per garantire il corretto dialogo tra di esse. La nostra azienda supporta questi professionisti (e svolge essa stessa questo tipo di attività nei progetti a noi affidati) proponendo una gamma di prodotti e soluzioni pensate per offrire una gestione uniforme, omogenea ed integrata dei diversi impianti all'utilizzatore. Alcuni esempi, che si riflettono nella nostra offerta di moduli e gateway, sono:
  • Gestione integrata di centrali di antintrusione ed antincendio

  • Gestione integrata della videosorveglianza, tipicamente su rete LAN (mediante telecamere e/o videoserver IP)

  • Integrazione di sistemi dedicati di diffusione audio/video multiroom

  • Integrazione con la telefonia VOIP e la messaggistica GSM

  • Gestione di apparati di messaggistica su cercapersone e dialogo con sistemi dedicati di chiamata in ambito ospedaliero